12 edizione Videoconcorso Francesco Pasinetti

Pasinetti, il concorso dice no alle grandi navi.

"La perla sotto i solchi dei giganti" di Valeria Degli Agostini si aggiudica il primo premio della 12° edizione del progetto.

Comunicato stampa "IL GAZZETTINO"
04/06/2015

Si è svolta al Liceo Guggenheim, la cerimonia di premiazione dei vincitori della 12esima edizione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti", il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso.
Il primo premio del VideoConcorso è stato assegnato dalla giuria a "La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D.
"La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono.
Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte. Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto (e soprattutto sentito) non dalla terra ma da sott'acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di creature umanoidi per facilitare l'immedesimazione dello spettatore.

IL "PASINETTI"

La Perla e i Giganti vince il video concorso.

Comunicato stampa "NUOVA VENEZIA"
31/05/2015

Cerimonia di premiazione dei vincitori della 12esima edizione del Video concorso "Francesco Pasinetti" al liceo Guggenheim.
Il primo premio del Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano è stato assegnato dalla giuria a "La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D.
"La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte. Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto ( e soprattutto sentito) non dalla terra ma da un punto sott'acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di creature umanoidi per facilitare l'immedesimazione dello spettatore.
La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria "in  quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia, trasfigurandolo  e rendendolo materiale plastico-espressivo".
Ha giudicato inoltre "apprezzabili l'abilità e l'immediatezza nell'utilizzo della tecnologia unendo proprietà 3D e 2D con risultati di grande impatto sia estetico che contenutistico"

VALERIA DEGLI AGOSTINI VINCE IL CONCORSO PASINETTI

Comunicato stampa "MATTINO PADOVA"
31/05/2014

Si è svolta al Liceo Guggenheim di Venezia la cerimonia di premiazione dei vincitori della 12esima edizione del Video concorso "Francesco Pasinetti", il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano. Il primo premio del Video concorso è stato assegnato dalla giuria a " La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D. "La Perla Sotto i Solchi dei Giganti" è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte. La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria " in quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia".
Valeria Degli Agostini ha ricevuto il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro.

I premiati del videoconcorso Francesco Pasinetti.

Vince La Perla Sotto i Solchi dei Giganti di Valeria Degli Agostini, cartone animato che denuncia il passaggio delle grandi navi in Bacino San Marco.

Articolo presente sul portale Cinematografo.it
29/05/2014

Sono stati assegnati i premi ai vincitori della 12esima edizione del VideoConcorso “Francesco Pasinetti”, il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande regista, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso.
Il primo premio del VideoConcorso è stato assegnato dalla giuria a La Perla Sotto i Solchi dei Giganti diValeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D.
La Perla Sotto i Solchi dei Giganti è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle “grandi navi” in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall’acqua le navi siano silenziose mentre sott’acqua creano un rumore acuto molto forte. Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto (e soprattutto sentito) non dalla terra ma da sott’acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di creature umanoidi per facilitare l’immedesimazione dello spettatore.
La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria “in quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia, trasfigurandolo e rendendolo materiale plastico-espressivo”. Ha giudicato inoltre “apprezzabili l’abilità e l’immediatezza nell’utilizzo della tecnologia unendo proprietà 3D e 2D con risultati di grande impatto sia estetico che contenutistico. Si tratta di un caso in cui il cinema d’animazione trasforma e rilegge il reale, sintetizzando un importante messaggio”.
Durante la premiazione Valeria Degli Agostini ha ricevuto il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro; i vincitori delle diverse sezioni hanno ricevuto invece un premio di 300 euro o attrezzature informatiche di pari importo. Ai vincitori sarà inoltre riservata una vetrina speciale in occasione della Mostra del Cinema di Venezia.

ALTRI PREMI:
Sono stati proclamati anche i vincitori delle singole sezioni del VideoConcorso.
I vincitori per la sezione Booktrailer sono Depeche Mode di Alice Montagner 4B Liceo Bruno-Franchetti,Cercando Alaska della classe 2BS del Liceo Galilei San Donà di Piave, Pecora nera della classe 1B IC Gramsci Campalto, A Venezia c’è un cammello, della classe 1C IC Spallanzani Mestre, Ero cattivo IC Nievo San Donà di Piave.
Menzione speciale spetta a Venezia criminale di Matteo Busato.
Il premio della Vetrina del Volontariato spetta invece a Solidarietà e volontariato alla Giudecca delle classi 2D e 2H “Palladio-I.C. Dante Alighieri”, coordinate dal prof. Giorgio Mangini.
Per “I luoghi della Resistenza a Venezia” (Premio Iveser), vince Distrazione, degli studenti dell’I.I.S.G. Bruno-R. Franchetti.
Ha vinto il premio per la miglior fotografia Philippe Apatie con Laguna mi(s)tica.
Il premio per la miglior sceneggiatura è stato invece assegnato a Wondering in Venice, della giovane studentessa universitaria Isabella Primicerio, che mostra con questo lavoro la parte di Venezia propositiva e positiva di chi lotta e si organizza autonomamente facendo rete per cercare di porre rimedio alle diverse problematiche che affliggono la città. Con una struttura semplice e delle immagini di supporto chiare e pulite, il video risponde all’appello lanciato dal Videoconcorso Pasinetti per la rappresentazione delle realtà sociali promotrici di un cambiamento.
Una menzione speciale spetta invece a Margherita Catalani con Oltre i muri.
Il premio per il miglior video musicale, assegnato da Hard Rock Cafè, è andato a Marzia Mete conMotherless Child. Una menzione speciale in questa sezione spetta a Riccardo Dall’Acqua, con Fleeting Time-Timelapse.
Primo classificato di “Carnevale in 60’’” è Waiting for the Fireworks: Carnevale all’Arsenale 2015 di Gianmarco Zonta. Una menzione speciale per questa sezione spetta invece a Fresh Label – Arsenale Carnival Experience 2015 di Andrea Frison.

Il premio dell’Istituzione Parco della Laguna è stato consegnato alle classi alle classi 2^AG, 2^CG, 2^DG dell’I.C. L. Luzzatti, con Salviamo le barene, mentre si aggiudica il premio “Maurizio Cosua”, per la sezione VideoArte, Androgynous di Francesca Leoni e Davide Mastrangelo.
Menzione speciale in questa sezione per la fotografia a Matilde De Feo con Il mio corpo a maggio e per la tecnica a Silvia de Gennaro con Travel Notebooks: Perugia.
Il premio offerto dall’Associazione Cerchidonda è stato conferito a Le arti di Davide di Babbato Federica e Jacopo Fabbri.
Per la sezione “Corto in corsa” hanno vinto Chiara D’Arienzo e Valentina Ponzo con Eau de reve. Menzione speciale a Po-po-po-ponti di Valentina Confuorto.
Infine, il premio per la sezione “Tema libero” è stato conferito a Sicilia di Giulio Boato. Questo premio è stato assegnato per la scelta di reinventare una storia mitologica per portare l’attenzione su una patologia poco conosciuta e per l’uso eccellente di una tecnica che mescola sapientemente suoni e colori.

" I premiati del videoconcorso Francesco Pasinetti".
Vince La Perla Sotto i Solchi dei Giganti di Valeria Degli Agostini, cartone animato che denuncia il passaggio delle grandi navi in Bacino San Marco.

Articolo presente sul portale Virgilio Cinema Tv
29/05/2014

"Sono stati assegnati i premi ai vincitori della 12° edizione del VideoConcorso "Francesco Pasinetti", il Festival del cortometraggio e del micrometraggio dedicato alla memoria del grande registra, sceneggiatore e critico veneziano, protagonista del panorama cinematografico nella prima metà del secolo scorso. Il primo premio del VideoConcorso è stato assegnato dalla giuria a La Perla Sotto i Solchi dei Giganti di Valeria Degli Agostini, giovane graphic designer padovana, specializzata nella modellazione e animazione con cinema 4D. La Perla Sotto i Solchi dei Giganti è un cartone animato che ha come scopo la denuncia del passaggio delle "grandi navi" in Bacino San Marco, un tema di grande attualità e molto sentito dalla cittadinanza veneziana. Il rumore reale subacqueo del passaggio di una grande nave è stato registrato con un idrofono. Dal video si percepisce come fuori dall'acqua le navi siano silenziose mentre sott'acqua creano un rumore acuto molto forte. Il corto racconta il passaggio di una grande nave, visto ( e soprattutto sentito) non dalla terra ma da sott'acqua, dal punto di vista dei pesci, rappresentati nel corto sotto forma di umanoidi per facilitare l'immedesimazione dello spettatore. La giuria ha ritenuto questo corto meritevole della vittoria "in quanto affronta un tema fondamentale per la sopravvivenza di Venezia, trasfigurandolo e rendendolo materiale plastico espressivo". Ha giudicato inoltre "apprezzabili abilità e l'immediatezza nell'utilizzo della tecnologia unendo proprietà 3D e 2D con risultati di grande impatto sia estetico che contenutistico. Si tratta di un caso in cui il cinema d'animazione trasforma e rilegge il reale, sintetizzando un importante messaggio. Durante la premiazione Valeria Degli Agostini ha ricevuto il Trofeo Pasinetti in vetro di Murano e 500 euro; i vincitori delle diverse sezioni hanno ricevuto invece un premio di 300 euro o attrezzature informatiche di pari importo. Ai vincitori sarà inoltre riservata una vetrina speciale in occasione della Mostra del Cinema di Venezia.
Sono stati proclamati anche i vincitori delle singole sezioni del VideoConcorso.
I vincitori per la sezione Booktrailer sono Depeche Mode di Alice Montagner 4B Liceo Bruno-Franchetti, Cercando Alaska della classe 2B5 del Liceo Galilei San Donà di Piave. Pecora nera della classe 1B IC Gramsci Campalto, A Venezia c'è un cammello, della classe 1C IC Spallanzani Mestre, Ero cattivo IC Nievo San Donà di Piave.
Menzione speciale spetta a Venezia criminale di Matteo Busato. Il premio della Vetrina del Volontariato spetta invece a Solidarietà e volontariato alla Giudecca delle classi 2D e 2H "Palladio I.C. Dante Alighieri", coordinate dal prof. Giorgio Mangini. Per " i luoghi della Resistenza a Venezia" (Premio Iveser), vince Distrazione, degli studenti dell'I.I.S.G. Bruno-R.Franchetti. Ha vinto il premio per la miglior fotografia Philippe Apatie con laguna mi(s)tica.
Il premio per la miglior sceneggiatura è stato invece assegnato a Wondering in Venice, della giovane studentessa universitaria Isabella Primicerio, che mostra con questo lavoro la parte di Venezia propositiva e positiva di chi lotta e si organizza autonomamente facendo rete per cercare di porre rimedio alle diverse problematiche che affliggono la città. Con una struttura semplice e delle immagini di supporto chiare e pulite, il video risponde all'appello lanciato dal Videoconcorso Pasinetti per la rappresentazione delle realtà sociali promotrici di un cambiamento. Una menzione speciale spetta invece a Margherita Catalani con Oltre i muri.
Il premio per il miglior video musicale, assegnato da Hard Rock Cafè, è andato a Marzia Mete con Motherless Child. Una menzione speciale in questa sezione spetta a Riccardo Dall'Acqua, con Fleeting Time-Timelapse.
Primo classificato di "Carnevale in 60"" è Waiting for the Fireworks: Carnevale all'Arsenale 2015 di Gianmarco Zonta. Una menzione speciale per questa sezione spetta invece a Fresh Label - Arsenale Carnival Experience 2015 di Andrea Frison.
Premio dell'Istruzione Parco della Laguna è stato consegnato alle classi 2° AG, 2°CG, 2°DG dell' I.C. L. Luzzatti, con Salviamo le barene, mentre si aggiudica il premio "Maurizio Cosua", per la sezione VideoArte, Androgynous di Francesco Leoni e Davide Mastrangelo. Menzione speciale in questa sezione per la fotografia a Matilde De Feo con Il mio corpo a maggio e per la tecnica a Silvia de Gennaro con Travel Notebooks: Perugia.
Premio offerto dall'Associazione Cerchidonda è stato conferito a Le arti di Davide di Babbato Federica e Jacopo Fabbri.
Per la sezione "Corto in corsa" hanno vinto Chiara D'Arienzo e Valentina Ponzo con Eau de reve.
Menzione speciale a Po-po-po-ponti di Valentina Confuorto.
Infine il premio per la sezione "Tema libero" è stato conferito a Sicilia di Giulio Boato. Questo premio è stato assegnato per la scelta di reinventare una storia mitologica per portare l'attenzione su una patologia poco conosciuta e per l'uso eccellente di una tecnica che mescola sapientemente suoni e colori.

Festival del micrometraggio e cortometraggio
VIDEOCONCORSO FRANCESCO PASINETTI 12° edizione.

Nelle date del 26 - 27 - 28 Maggio 2015 si svolgerà nella città di Venezia il Premio del Video Concorso Francesco Pasinetti, la dodicesima edizione del festival del micrometraggio e cortometraggio.

Teatro ai Frari
Casa del cinema

Aula Magna
Liceo Artistico Statale Michelangelo Guggenheim.

 

ingresso libero fino ad esaurimento posti è consigliabile prenotare:
Cellulare: 340 7200798
E-mail: info@festivalpasinetti.it

Programma della Manifestazione

Storie di uomini, una giuria di donne

Short film festival. Giuria al femminile e omaggio a Pasolini
Al Ca' Foscari Short Film Festival trenta corti da 12 Paesi e un focus sull'animazione della plastilina.

13/03/2015 - La Nuova Venezia

Ragazzi e vecchi, amanti e vedovi, omosessuali ed eterosessuali, mariti, disabili, squattrinati, malavitosi e artisti. L'universo è maschio, nella selezione dei trenta cortometraggi internazionali del Ca' Foscari Short Film Festival. Gli uomini sono dappertutto e si mostrano in diverse fasi della vita, della carriera e dei rapporti con gli altri dal 18 al 21 marzo, all'Auditorium di Santa Margherita.
Crescita, sessualità, amore e violenza al maschile sono i temi che ricorrono con più insistenza nei corti scelti da Ca' Foscari per essere analizzati da una giuria tutta al femminile e composta da tre nomi importanti del cinema. Le giurate sono, infatti, la produttrice inglese Dominique Green, la regista franco-svizzera Isabelle Mayor, e l'attrice romena Anamaria Marinca. Il programma del Festival, che alla sua quarta edizione si tiene grazie alla collaborazione di oltre duecento studenti volontari di Ca' Foscari, si consulta al sito cafoscarishort.unive.it ed è stato presentato ieri da Roberta Novielli, direttore artistico e organizzatrice del Festival, e da FlavioGregori, prorettore alle attività e rapporti culturali di ateneo. In collegamento via skype è intervenuta Yusaki Fusako, la designer e artista giapponese che ha diffuso nel mondo l'animazione della plastilina (clay-animation), famosa per la collaborazione con programmi per bambini come "L'Albero Azzurro". A lei e al cinema sperimentale di animazione, il Ca' Foscari Short Film Festival dedica un programma speciale, proiettando alcuni dei suoi più celebri capolavori, fra cui gli amati spot pubblicitari realizzati per Fernet Branca e per Chiquita.
Il fulcro del Festival, come ogni anno, è il concorso dei cortometraggi inviati dagli studenti delle migliori scuole di cinema di tutto il mondo. "Riceviamo tante proposte, addirittura di registi professionisti che si fingono studenti pur di partecipare", spiega Roberta Novielli.
Le 30 opere in concorso arrivano da dodici diversi Paesi e, la sera del 21 marzo, il vincitore verrà premiato con un pezzo unico della vetreria artistica Vivarini di Murano. Durante la cerimonia, che si terrà a partire dalle 19:30, verranno premiati anche i corti realizzati per il Veneto High School Competition, dedicato agli studenti della regione, e ci sarà un vincitore per la terza edizione del video-concorso "Short&Sostenibilità".
Per il secondo anno sarà inoltre assegnato il premio "Olga Bruner Levi" in collaborazione con la Fondazione Ugo e Olga Levi, destinato a videoclip musicali: la fondazione conferirà anche il premio per la miglior colonna sonora per un corto del concorso.
Torna lo spazio per lo storico Videoconcorso Pasinetti, che propone una nuova formula focalizzata su un'unica tematica: "Venezia: luci e ombre di oggi e ieri", un progetto rivolto ai giovani registi e incentrato sulla vita veneziana di tutti i giorni.
Anche quest'anno, ampio  spazio e programmi speciali, dal focus di commemorazione per i 40 anni dalla morte di Pasolini, curato da Fabio Francione, al villaggio attraverso il colore nel cinema proposto da Carlo Montanaro. A cura di Davide Giurlando è il workshop "Anymation", dedicato all'animazione internazionale. Con uno speciale sulla scuola di cinema Film an Television Institute of India, infine, verranno presentati cinque film di diploma dagli studenti più noti della scuola.
Silvia Zanardi

Ca' Foscari
Short film festival. Giuria al femminile e omaggio a Pasolini

13/03/2015 - Corriere del Veneto

Una giuria tutta femminile e 30 cortometraggi che indagano l'universo maschile. Si presenta così la quinta edizione di Ca' Foscari Short Film Festival, che si terrà a Venezia all'Auditorium Santa Margherita dal 18 al 21 marzo. In gara quest'anno ci sono lavori provenienti da 20 paesi diversi, che saranno valutati da Dominique Green ( produttore inglese, suo ad esempio La Tregua di Francesco Rosi), Isabelle Mayor (regista franco-svizzera) e Anamaria  Marinca (attrice in 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni e in Fury).
Tutto attorno si muoveranno sezioni speciali, retrospettive e focus: Pier Paolo Pasolini a 40 anni dalla morte, le scuole di cinema indiane e le giovani produzioni svizzere, il Cinema Sordo di Roma, gli albori della cinematografia (a cura di Carlo Montanaro), un tuffo nella videoarte, le animazioni in plastilina di Fusako Yusaki (famosa nel 1971 la sua pubblicità per Fernet Branca).
"Un festival che cresce ogni anno e che rimane l'unico organizzato da una università e rivolto a studenti-registi da atenei di tutto il mondo", spiega la curatrice Maria Roberta Novielli. Che sottolinea come sia radicato anche in città, grazie al concorso lanciato nelle scuole superiori e al premio per videoclip musicali "Olga Bruner Levi" sempre rivolto a studenti del triveneto e promosso dalla Fondazione Levi.
Sei invece le opere scelte dallo storico Videoconcorso Pasinetti, quest'anno centrato su "Venezia: luci e ombre di oggi e di ieri".
http://cafoscarishort.unive.it/
Fabio Bozzato

Il Videoconcorso "Francesco Pasinetti"
al Ca' Foscari Short Film Festival

25/02/2015

La XII^ edizione del Festival “Francesco Pasinetti” propone una nuova formula focalizzata su un’unica tematica: “Venezia: luci ed ombre di oggi e di ieri”. Si tratta di un progetto attento ai luoghi della città, alla tradizione, alla salvaguardia della città lagunare, che si propone di offrire un’immagine della vita veneziana di tutti i giorni, al di fuori dei classici itinerari turistici. Venezia, dunque, è il tema centrale del premio ed è la protagonista del Videoconcorso nel suo ruolo di crocevia di cultura ed arte, storia e memoria.
La scelta di concentrare il premio su Venezia è dovuta alla difficile situazione in cui versa la città e alla volontà di non lasciare nulla di intentato per trovare vie di uscita alla presente e costante emergenza. Stimolare giovani registi, locali e non, a soffermare il proprio sguardo sulla città lagunare e sul delicato equilibrio ambientale entro cui si colloca, rappresenta un tentativo di far emergere, attraverso nuovi occhi e nuove tecniche, proposte fresche e utili per il futuro della città.
Ben vengano inventiva e spirito progettuale, orientati soprattutto alla ricerca di identità perdute e all'importanza del vivere quotidiano. In una parola, allo sforzo di ricostruire il senso di una comunità che sta inesorabilmente disgregandosi.
Novità di quest’anno la  sezione “booktrailer” (premio offerto dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia): dedicata alla creazione di un video spot di un libro, italiano o straniero, sulla città di Venezia. Un’altra categoria introdotta per la prima volta quest’anno è dedicata a un particolare momento storico della città lagunare: “Venezia 1943-1945: luoghi e spazi della Resistenza”, il cui premio è offerto dall’Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea. “Venezia negli occhi e nella mente dei ragazzi dai 15 ai 25 anni” è invece proposta dall’Associazione Cerchidonda.
“Oltre i muri” a Venezia, premio offerto dal Centro Pace del Comune di Venezia e dall’associazione SOS diritti. “Salviamo le barene”, il cui premio è offerto dall’Istituzione Parco della laguna, per sensibilizzare sull’importanza della tutela dell’equilibrio dell’ecosistema lagunare.

In relazione al tema scelto per la 12^ edizione, il VideoConcorso “Francesco Pasinetti” propone come programma speciale all’interno del Ca’ Foscari Short Film Festival i seguenti video:

Rugagiuffa, web series di Silvio Franceschet e Alessandra Quattrini, con Lorenzo Pagan, Marco Paladini, Nicolò Vianello, Francesco Zanotti, episodi 1,5,6 (18’)

Gropi, a cura del gruppo Video Unitre di Mestre (16’)

Trasloco
, di Rossana Molinatti (8’)

Lavori seri
, di Patrizia Gaia Canziani, web series “per nuovi giovani artisti italiani” (12’)

Le glorie del Leon
, album video fotografico di Anna Zemella,  mont. Elisabetta di Sopra (3'31")

Laguna, luce di Venezia
, di Philippe Apatie, (8')


"IL CARNEVALE ALL'ARSENALE IN 60 SECONDI"

09/02/2015

La XII^ edizione del Festival propone una nuova formula focalizzata su un'unica tematica: "Venezia: luci ed ombre di oggi e di ieri".
Si tratta di un progetto attento ai luoghi della città, alla tradizione, alla salvaguardia della città lagunare, che si propone di offrire un'immagine della vita veneziana di tutti i giorni, al di fuori dei classici itinerari turistici.
Venezia, dunque, è il tema centrale del premio ed è la protagonista del Videoconcorso nel suo ruolo di crocevia di cultura ed arte, storia e memoria.
Il concorso che, per la riconosciuta valenza socio-culturale, si può fregiare della medaglia del Presidente della Repubblica, oltre alla collaborazione tra Liceo Artistico "Michelangelo Guggenheim" di Venezia e di Circuito Cinema, registra il patrocinio della Regione, della Municipalità e dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Venezia.
La scelta di concentrare il premio su Venezia è dovuta alla difficile situazione in cui versa la nostra città e alla volontà di non lasciare nulla di intentato per trovare vie di uscita alla presente e costante emergenza. Stimolare giovani registi, locali e non, a soffermare il proprio sguardo sulla città lagunare rappresenta un tentativo di far emergere, attraverso nuovi occhi e nuove tecniche, proposte fresche e utili per il futuro della città.
Proprio per questo il Pasinetti, durante il Carnevale, vuole far concentrare l'attenzione su un luogo straordinario ed emblematico della città lagunare, l'Arsenale.

Quindi il premio speciale verrà assegnato a registi e videomaker che sapranno cogliere la gioia e la festa del Carnevale all'interno di una realtà complessa e delicata come quella dell'Arsenale di Venezia. Perché il messaggio sia, poi, particolarmente forte ed efficace, si richiede un prodotto di brevissima durata, un micro metraggio di 60".

Per scaricare la scheda di partecipazione e per qualsiasi informazione è possibile consultare il sito www.festivalpasinetti.it o scrivere a Michela Nardin (resp. Segreteria) info@festivalpasinetti.it

Scheda di partecipazione.

I Vincitori dell'Edizione 2014 del Festival Pasinetti

14/07/2014
Premio per il miglior film

Blackness di Mohammed Bakri
Per l'efficacia con cui viene affrontato il tema di scottante attualità relativo ad un tragico aspetto della condizione femminile, quale quello dello sfruttamento minorile. L'esempio proposto dal film traduce una tragedia emblematicamente universale.

Sezione - Venezia, una città: ieri oggi domani

La pietra magica di Philippe Apatie
Nonostante il rischio di cadere in luoghi comuni, l'autore riesce ad offrire suggestioni nuove attraverso una ricca sensibilità per il colore e la luce di Venezia.

Sezione - Oltre i muri

One Wish di Mohammed (Aref) Abedian
Con il linguaggio dell'animazione viene messa in luce, attraverso lo sguardo poetico di una bambina, la metafora tragica della guerra e della violenza.

Sezione - "… e tu, che genere di uomo sei?"

Monara Hee Bakera di Farhad Rezae
Il tema della condizione femminile viene affrontato con profonda efficacia e mette in luce le contraddizioni di una società ancora immersa in un clima di grave intolleranza e totale chiusura.

Sezione - "… e tu, che genere di uomo sei?"

Menzione speciale a
Classe 3B Istituto “E. Fermi”
Coord. Nicoletta Frosini
Partendo da una lettera del Settecento scritta da una donna e indirizzata alla Gazzetta Veneta di Gasparo Gozzi si arriva ad affrontare in modo vivace le problematiche relative al rapporto tra uomo e donna nel mondo contemporaneo.

Sezione – Carnevale in 30"

Ritratti di Carnevale di Nicola Tegon

Sezione - "I giovani raccontano gli anziani"

E al terzo giorno
di
Osvaldo Ortiz Faiman
Un soggetto molto originale trattato con ironia e senso dell'umorismo e interpretato da tre donne paraguaiane ricche di risorse e di inventiva.

Premio della Vetrina del Volontariato

a
Bellezza e monnezza
di Giampiero Monaca
Il video è stato realizzato con la tecnica del cartone animato attraverso disegni eseguiti dai bambini con notevole abilità pittorica e descrittiva. Il tema della salvaguardia dell'ambiente espresso con fantasia e animo poetico induce ad una profonda riflessione sulla solidarietà e il rispetto dell'altro.

Premio Miglior Fotografia

Gigi 
di 
Laura Cappellesso
"Accuratezza dell'inquadratura, rapporto funzionale tra immagine e narrazione, forte valore simbolico dei dettagli, sono gli elementi fotografici che costituiscono i punti di forza visivi e testimoniano la felice qualità autoriale del racconto"

Sezione Video Musicali – Hard Rock Cafè

1° Premio
a
Vikki – 8 
di
Riccardo Melis
Menzione speciale 
Sad things happen sometimes
di
Anna Mila Stella

Premio Regione del Veneto

Miglior Promessa Videomaker Veneto
Jacopo Fabbri
con
Stay Strong (against bullying) 

Miglior attrice

Lucia Nicolai 
in 
Beep
L'attrice interpreta in modo comunicativo ed efficace il ruolo di una donna calata nella ripetitività ossessiva del lavoro quotidiano

Micrometraggi

Menzione di Merito 
La giornata di un gatto di Carolina Ceccacci

Menzione di Merito

Una giornata qualunque a Berlino di Mattia Zanin

Corto in corsa

Su e zo per i ponti di Venezia 
di 
Michela Moresco
Premio videoarte “Maurizio Cosua”
Primo Premio 
a
She Draws di Cosimo Terlizzi

Premio videoarte “Maurizio Cosua”

Menzione di Merito
Ridi Bianca! Di Debora Vrizzi

Premio videoarte “Maurizio Cosua”

Menzione di Merito
Parole Liquide di Francesca Guiotto